home page Chi siamo

Chi siamo

La Cantina Rapatà nasce da una sfida, portata avanti dai fratelli Maurizio, Paolo, Grazia e Sonia Grilli e dalla mamma Carolina.

Quella di proseguire una antica tradizione familiare, inaugurata oltre un secolo fa dal bisnonno Rapatà.
Come lui coltiviamo la passione del vino, così nel 2002 la famiglia Grilli ha iniziato a impiantare i primi vitigni su una piccola superficie di due ettari a San Pietro in Vincoli.

 

 

Passione è la parola chiave.
Con quella e l'esperienza dell'enologo Francesco Marchi è iniziata la produzione di merlot, cabernet sauvignon e trebbiano.
Perché anche la pianura può dare vino di spessore internazionale.

Rapatà La colpa è tutta del bisnonno. All’inizio del secolo, fra un balbettio e l’altro, produceva un po’ di bottiglie per sé e per la sua famiglia. Così avevano fatto tutti. E ora anche i bisnipoti. Che però hanno per ora messo da parte il classico sangiovese per puntare sui bordolesi.

Carolina Molducci La mamma è sempre la mamma. A sua volta proveniente da una famiglia che faceva il vino, è lei che rappresenta il fulcro dell’azienda, l’elemento attorno a cui tutto gira.

Maurizio Grilli Maitre dell’hotel Salastrain in St. Moritz a fianco dello chef Sergio Testa, sommelier, ha da sempre una grande passione per il vino. Armato di passione e di un ottimo naso ha creato la squadra di Rapatà.

Paolo Grilli L’altra mente (e braccio, ci tiene a dirlo) della cantina. Si dedica anima e corpo alla produzione del vino, un vero factotum. Affianca l’enologo ma si occupa anche del commerciale e della promozione.

Francesco Marchi Enologo bolognese, è sua la mano che sta lentamente progettando la crescita degli “internazionali ravennati”.
email: fa11601@iperbole.bologna.it

Paolo Tumidei L’agronomo, titolare di Vintech srl, che ha seguito fin dalle origini la realizzazione del progetto Rapatà. Dalla scelta dei vitigni coi cloni e i portainnesti più adatti al nostro “terroir”, alla messa a dimora dei vigneti. Vintech srl ha realizzato anche la progettazione e messa in opera della cantina di vinificazione, adottando le migliori tecnologie reperibili sul mercato italiano e francese.
Per contattarci: www.vintech.it - email: info@vintech.it

 

Dicono di noi 

Vicino alla bizantina Ravenna, a due passi delle colline Forlivesi e con lo sguardo rivolto al mare di Cervia, lungo l'antica via del Sale, la famiglia Grilli ho accettato la sfida lanciatogli dal territorio e ha ricreato l’anima dei grandi vini bordolesi nella campagna di Ravenna.

In questo zona - spiega Maurizio Grilli, titolare dello Cantina Rapatà - ci sono le caratteristiche geografiche, atmosferiche e di terreno per inserire i vitigni bordolesi tra quelli tipici del territorio come sangiovese, albana, trebbiano e bùrson. Coltivando lo passione del nostro bisnonno, abbiamo cominciato nel 2002 a produrre Merlot, Cabernet Sauvignon e Trebbiano, ovvero uno serie di corposi e inebrianti vini di pianura.

Ad amici, clienti e appassionati del buon vino diamo lo possibilità di degustare i prodotti in un’apposita sala della nostra cantina, dove ogni vino viene abbinato o piatti tipici e tradizionali della pianura ravennate: ne sono un esempio i salumi e le marmellate, oppure i formaggi e la frutta, prodotta nelle compagne del territorio circostante».

Se i profumi e i sapori dei vini Rapatà riportano alla mente l'atmosfera e le tradizioni delle campagne di Ravenna, le etichette con cui vengono presentate le bottiglie ricordano invece i nomi degli insetti presenti nei vitigni.

Le lucciole è un bianco Ravenna 100 per cento Trebbiano, ottimo da servire con affettati romagnoli e piadine o con primi piatti senza pomodoro; Le Coccinelle, invece, è un rosato ottenuto da uve Merlot e si abbina bene con antipasti e primi pialli. La produzione continua poi con due rossi: le Cicale, composto da uve Cabernet Sauvignon è perfetto quando affiancato a spezzatini di carne o arrosti; e I Grilli, capace di regalare un’intensità speciale se gustato con carne ai ferri o primi piatti importanti.

E se un tempo si prestava più attenzione alla quantità che alla qualità, per la Cantina Rapatà l'obiettivo da raggiungere è quello di una produzione limitata capace però di esaltare la qualità del territorio ravennate.